Concorso
9-10-11 dicembre 2016 Ravello, AMALFI COAST

VIII Concorso Internazionale di Canto Lirico

“Ravello Città della Musica”

VIII Concorso Internazionale di Canto Lirico
“Ravello Città della Musica”

9 - 10 - 11 Dicembre 2016



KATIA RICCIARELLI

KATIA RICCIARELLI

Presidente della Giuria
VIII Concorso Internazionale di Canto Lirico
“Ravello Città della Musica”

CARLO TORLONTANO

CARLO TORLONTANO

Direttore Artistico
VIII Concorso Internazionale di Canto Lirico
“Ravello Città della Musica”

Componenti della Giuria



 

 

KATIA RICCIARELLI

KATIA RICCIARELLI

Presidente della Giuria

 

 

Paolo Pinamonti

PAOLO PINAMONTI

Direttore Artistico
Teatro di San Carlo di Napoli

PATRIZIA PORZIO

PATRIZIA PORZIO

Mezzosoprano

ANGELO TADDEO

ANGELO TADDEO

Direttore Artistico
Festival Pucciniano di Torre del Lago

DANTE MARITI

DANTE MARITI

Manager e Produttore Melos International

ALESSANDRA ALTHOFF PUGLIESE

ALESSANDRA ALTHOFF PUGLIESE

Presidente Associazione Richard Wagner di Venezia

ENZO AMATO

ENZO AMATO

Direttore Artistico
Festival del '700 Musicale Napoletano


Orchestra Filarmonica della Radiotelevisione di Kiev
domenica 11 dicembre 2016 ore 20.00
Auditorium Oscar Niemeyer
Finale in Forma di Concerto
con l’Orchestra della Radio Televisione di Kiev
Premiazione dei Vincitori

ingresso libero

Auditorium Oscar Niemeyer: una conchiglia sul mare

Ravello, Città della Musica e gioiello assoluto nel panorama delle località turistiche, ha affidato a Oscar Niemeyer, uno dei geni dell’architettura del nostro tempo, la realizzazione di un luogo capace di accogliere iniziative musicali di ogni genere e in ogni mese dell’anno.

Lo stile dell’edificio è solare e curvilineo come l’intera costiera amalfitana in cui la struttura si inserisce, senza imporsi. All'auditorium si accede da una piazza oblunga che consente di godere anche lo strepitoso panorama.

La perfezione acustica è agevolata dalla sua forma concava che evoca la perfetta cassa armonica di un mandolino o un elmo medievale, alludendo alle radici storiche di Ravello. Il paesaggio resta godibile attraverso l'ampia vetrata di accesso e occhieggia dall'oblò dietro l'orchestra.

Nella sala, i 406 posti a sedere sfruttano il declivio naturale del terreno e sono protetti da una cupola, mentre l'orchestra e il foyer sporgono arditamente nel vuoto senza sostegni. Arricchiscono la struttura sale di registrazione, prove d’orchestra, magazzini, sale macchina e due piani di garage per 110 posti.


Tipicita’ locali e tradizioni valorizzate

L’Evento si pone l’obiettivo di valorizzare il patrimonio, le tradizioni musicali e l’identità storica della città, promuovendo un Premio dedicato a Richard Wagner, genius loci e anima culturale del luogo, che, proprio in Villa Rufolo trovò gli spunti per la scenografia del secondo atto del Parsifal e le idee per migliorare la trama musicale del suo ultimo capolavoro. Inoltre l’obiettivo è quello che Ravello possa conservare il suo ruolo da protagonista nel panorama della cultura italiana, mantenendo il titolo di Città della Musica, anche nel periodo invernale quale naturale prosecuzione della proposta concertistica estiva del Ravello Festival. L’offerta musicale è arricchita, in questo modo, da una proposta che tende a valorizzare la tradizione operistica nata in Italia, famosa e amata in tutto il mondo e prossimamente Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

0

edizioni

0

selezioni

0

partecipanti

0

giurati

Il Progetto

“...Un volo simbolico che rappresenta la libertà creativa della cultura en plein air a difesa e ad incremento delle capacità artistiche ed espressive di giovani talenti.”

Ravello, il più suggestivo luogo  della costiera amalfitana e città della musica per eccellenza, ospita da circa otto anni uno dei Concorsi Internazionali di Canto Lirico più prestigiosi nel panorama musicale italiano. Nato da un progetto del mezzosoprano Patrizia Porzio costituisce un vero e proprio trampolino di lancio per giovani talenti che numerosi e da tutte le parti del mondo (Giappone, Cina, Corea, Australia, Stati Uniti, Canada, Sud America, Russia, Europa) popolano per quattro giorni la cittadina della musica, contendendosi attraverso tre rigorose selezioni (eliminatoria, semifinale e finale) l’ambito titolo.
Evento di alto profilo musicale per i giovani cantanti lirici che vi concorrono, la presenza delle massime autorità dei Teatri Lirici italiani, i nomi eccellenti della Commissione esaminatrice e alcuni musicisti di grande fama che partecipano tutti assieme al Concerto Finale – Gran Galà della Lirica - aperto al folto pubblico italiano e straniero e di appassionati melomani che con grande entusiasmo ogni anno seguono i futuri beniamini dell’Opera Lirica.
Oltre ai premi, per riconoscere la dovuta risonanza al rapporto privilegiato tra Richard Wagner e la Costiera Amalfitana, ogni anno si assegna il Premio Speciale Richard Wagner ad una personalità del mondo della cultura che ha divulgato l’opera del grande compositore tedesco.
Negli anni sono stati premiati Walter Vergnano (Sovrintendente della Fondazione Teatro Regio di Torino), Giandomenico Vaccari (Sovrintendente del Teatro Petruzzelli di Bari), il Maestro Gino Marinuzzi ed il Maestro Roman Vlad considerato uno dei più autorevoli studiosi e conoscitori della storia della musica del panorama culturale internazionale diffondendo in tutto il mondo un’immagine positiva del Festival Wagneriano tanto da conferirgli il dovuto riconoscimento della Cittadinanza ad honorem.
Nell’ultima edizione è stata premiata la Fondazione Teatro di San Carlo di Napoli per la produzione de “L’Olandese Volante” con la regia di Jannis Kokkos e la direzione del Maestro Stefan Anton Reck andata in scena per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Richard Wagner.
Ospite d’onore il Maestro Nicola Luisotti Direttore Musicale del Teatro San Carlo e della San Francisco Opera al quale è stato consegnato il Tarì d’Oro delle Repubbliche Marinare come Ambasciatore della Cultura Italiana all’Estero, reduce dal successo dell’Aida e dello storico concerto delle “due baie” che ha visto uniti i due teatri con un unico grande evento musicale.
Madrina d’eccezione nell' ultima edizione è stata Nicoletta Mantovani che dopo la scomparsa di suo marito Luciano Pavarotti ha deciso di istituire una Fondazione a lui dedicata con un duplice obiettivo: quello di mantenere viva la memoria del Maestro Pavarotti e quello di aiutare i giovani che si affacciano al canto lirico, a trovare opportunità per farsi ascoltare e conoscere.
La collaborazione tra la Fondazione Pavarotti e il Concorso è tutt’oggi ancora molto attiva. I vincitori delle scorse edizioni del Concorso Lirico Ravello – Città della Musica partecipano a recital e concerti in Italia e all’Estero in memoria del grande tenore raccogliendo entusiastici consensi negli eventi organizzati dalla Pavarotti Foundation a Belgrado, Manfredonia, Roma, San Pietroburgo, Mosca e Lucerna.

Programma



15:00
Eliminatoria

Esecuzione di un brano a scelta del concorrente tra quelle da lui presentate.

10:00
Eliminatoria

eventuale prolungamento della Prova Eliminatoria

Esecuzione di un brano a scelta della giuria tra quelle presentate dal concorrente.





Iscriviti adesso

E’ possibile inviare la Scheda di Iscrizione tramite Raccomandata A/R, Fax o e-mail



SCHEDA DI ISCRIZIONE / APPLICATION FORM